Othello

Othello

La H è muta

Produzione Il Rossetti Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, BaGS Entertainment, Malguion

testi di Davide Calabrese e Lorenzo Scuda
con gli Oblivion: Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarelli
al pianoforte Denis Biancucci
arrangiamenti musicali Lorenzo Scuda
consulenza registica Giorgio Gallione

una produzione Il Rossetti Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, BaGS Entertainment, Malguion

In Othello, la H è muta gli Oblivion demoliscono a colpi di grottesca ironia sia l’Othello di Shakespeare che l’Otello di Verdi. In novanta minuti il quintetto gioca a tutto campo con arie d’opera, canzoni pop, citazioni irriverenti e gag esilaranti. Le vicende di Otello, Desdemona, Cassio e Iago vengono rivisitate passando per Elio e le Storie Tese, Gianna Nannini, Lucio Battisti, Rettore, i classici Disney, l’Ave Maria (quella di Schubert ma non solo…), Little Tony, Pupo e molti altri. Nello stesso modo anche le arie di Verdi vengono riviste e mixate con il coro della Champions League, con Freddy Mercury, con l’Hully Gully, mentre i testi di Shakespeare vengono riscritti in stile Ligabue, Vasco Rossi, Dario Fo. Varietà di linguaggi, “esercizi di stile” e tante citazioni pop per uno show che non mancherà di divertire e conquistare il pubblico.


testi di Davide Calabrese e Lorenzo Scuda
con gli Oblivion: Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarelli
al pianoforte Denis Biancucci
arrangiamenti musicali Lorenzo Scuda

consulenza registica Giorgio Gallione una produzione Il Rossetti Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, BaGS Entertainment, Malguion





Stagioni precedenti

— Teatro degli Illuminati - Città di Castello, Gio 16 Mar