Oscura Immensita’

Oscura
Immensita’

Produzione Teatro Stabile del Veneto / Accademia Perduta Romagna Teatri

tratto dal romanzo “L’oscura immensità della morte” di Massimo Carlotto
con Giulio Scarpati, Claudio Casadio
regia di Alessandro Gassmann
scene Gianluca Amodio
costumi Lauretta Salvagnin
luci Pasquale Mari
musiche e videografia Marco Schiavoni

una produzione Teatro Stabile del Veneto / Accademia Perduta Romagna Teatri

Con un linguaggio incisivo, essenziale, crudo e un ritmo dell’azione serrato e coinvolgente, l’autore racconta un tragico fatto di cronaca, avvenuto nella provincia del nord-est italiano, mettendo a confronto vittima e carnefice, entrambi lacerati da rispettivi drammi personali. Felice circostanza è stata l’individuazione e l’adesione da parte dei due attori, le cui caratteristiche così diverse si adattano perfettamente alle psicologie dei protagonisti: Giulio Scarpati, che ho sempre apprezzato nei suoi lavori teatrali e che in questa operazione potrà far uso di inconsuete corde drammatiche e Claudio Casadio, del quale ho ammirato la splendida interpretazione nel film “L’uomo che verrà”, che si servirà del suo carattere romagnolo per conferire maggiore naturalezza, incisività e verità al personaggio creato da Massimo Carlotto. Questo originale noir potrà essere uno stimolo a riflettere sul lato tragico dell’esistenza, sui rapporti fra gli uomini e su quegli avvenimenti che a volte possono segnare la vita in modo irreversibile. Alessandro Gassmann


tratto dal romanzo “L’oscura immensità della morte” di Massimo Carlotto
con Giulio Scarpati, Claudio Casadio
regia di Alessandro Gassmann
scene Gianluca Amodio
costumi Lauretta Salvagnin

luci Pasquale Mari
musiche e videografia Marco Schiavoni una produzione Teatro Stabile del Veneto / Accademia Perduta Romagna Teatri





Stagioni precedenti

— Teatro Cucinelli - Solomeo, Mer 5 Dic