L’infinita Speranza Di Un Ritorno

L’infinita Speranza Di
Un Ritorno

vite e poesia di antonia pozzi

Produzione Farneto Teatro

drammaturgia Elisabetta Vergani
con Elisabetta Vergani
al pianoforte Filippo Fanò
regia Maurizio Schmidt
luci Paolo Latini
musiche Filippo Fanò
immagini e oggetti scenici appartenuti ad Antonia Pozzi

una produzione Farneto Teatro

Quello di Antonia Pozzi è uno dei casi letterari più rilevanti dell’ultimo decennio. La giovane poetessa e fotografa milanese, morta suicida nel 1938, è ormai unanimemente riconosciuta una delle voci più alte della poesia del ‘900 europeo. Alla sua vicenda umana e poetica per molti versi simile a quella della Dickinson, Farneto Teatro ha dedicato, in occasione del centenario della sua nascita, la sua ultima fortunata produzione. Lo spettacolo si propone di restituire con i mezzi del teatro la luminosa vitalità della poetessa, il suo amore per le cose vive e per la poesia. Ne nasce un percorso teatrale di assunzione e attraversamento di una straordinaria vicenda umana e poetica che viene messa a confronto con la tragica vicenda italiana degli anni ‘30. Le immagini delle fotografie da lei stessa scattate e dei filmati di famiglia si intrecciano nell’azione scenica con i suoi diari e le sue lettere, nel tentativo di interrogare una sensibilità poetica femminile che sorprende ogni giorno di più.


drammaturgia Elisabetta Vergani
con Elisabetta Vergani
al pianoforte Filippo Fanò
regia Maurizio Schmidt
luci Paolo Latini

musiche Filippo Fanò
immagini e oggetti scenici appartenuti ad Antonia Pozzi una produzione Farneto Teatro





Stagioni precedenti

— Teatro Torti - Bevagna, Mer 23 Gen