Le Nuvole che Passano il Canto della Nostalgia e della Migrazione

Le Nuvole che Passano il Canto
della Nostalgia e della Migrazione

Francesca Torchia

Limitalia
con Arianna Ancarani, Francesca Capodicasa, Eleonora Cecconi, Sara Cencetti, Novella di Nunzio, Valentina Favella, Romina Perni
collaborazione artistica Silvia Bevilacqua

 

Una scrittura scenica originale nella quale confluiscono echi e suggestioni provenienti da vari testi poetici e narrativi, da racconti e resoconti di migranti e migrazioni. Il tessuto drammaturgico si dipana e si intreccia da e intorno ad alcuni canti di area balcanico-slava e finisce con il raccontare, a metà strada tra l’epica e la lirica, frammenti di storie di migranti, evocando la tragedia recente dei popoli dell’ex- Jugoslavia e delle aree limitrofe, lacerati da guerre e lotte intestine, all’indomani del tramonto e della caduta del comunismo, segnati da un flusso migratorio portatore di sogni infranti, tra i quali quel “sogno di una cosa” di pasoliniana memoria che ha attraversato tutto il Novecento. Ma nello spettacolo l’evocazione di quella concreta tragedia storica è la metafora di un discorso di più ampio respiro che rinvia ai temi di fondo delle migrazioni di ogni tempo, parla della nostalgia e dell’utopia, del tornare e dell’andare, insomma di quel continuo “passare”, come “le nuvole… laggiù…”, che è cifra distintiva d’ogni destino individuale e collettivo e rende, tutti e comunque, migranti, nomadi e ovunque “stranieri”.


Limitalia
con Arianna Ancarani, Francesca Capodicasa, Eleonora Cecconi, Sara Cencetti, Novella di Nunzio, Valentina Favella, Romina Perni
collaborazione artistica Silvia Bevilacqua

 





Stagioni precedenti

— Teatro Sociale - Amelia, Mar 27 Mar