La Torre D’avorio

La Torre
D’avorio

Produzione Zocotoco

di Ronald Harwood
traduzione Masolino d’Amico
con Luca Zingaretti, Massimo de Francovich
e Peppino Mazzotta, Gianluigi Fogacci, Elena Arvigo, Caterina Gramaglia
regia Luca Zingaretti
Scene Andrè  Benaim
Costumi Chiara Ferrantini
Luci Pasquale Mari
una produzione Zocotoco

Luca Zingaretti nella doppia veste di regista e interprete per questo avvincente testo di Ronald Harwood che tocca uno dei temi più discussi e irrisolti della storia: l’autonomia dell’arte di fronte alla politica. Berlino 1946. Un indagato d’eccezione nelle indagini preliminari del processo di Norimberga: il famoso direttore d’orchestra Wilhelm Furtwängler che aveva scelto, in tempi durissimi, di tenere accesa la fiaccola dell’arte e della cultura, convinto che questa non abbia connotazione politica, e aveva sfruttato il suo prestigio per aiutare persone perseguitate o emarginate. Ma i vincitori vogliono vederci chiaro e affidano l’indagine a un uomo che dà ogni garanzia di essere immune al fascino del grande artista: un maggiore dell’esercito che detesta la musica classica e le sdolcinatezze borghesi, indignato dalle ingiustizie e dalle atrocità che ha visto perpetrare in questa corrottissima zona dell’Europa, un americano convinto dell’eguaglianza di tutti gli uomini, sia nei diritti sia nelle responsabilità.


di Ronald Harwood
traduzione Masolino d’Amico
con Luca Zingaretti, Massimo de Francovich
e Peppino Mazzotta, Gianluigi Fogacci, Elena Arvigo, Caterina Gramaglia
regia Luca Zingaretti

Scene Andrè  Benaim
Costumi Chiara Ferrantini
Luci Pasquale Mari
una produzione Zocotoco





Stagioni precedenti

— Teatro Comunale - Todi, Lun 11 Feb

— Teatro Morlacchi - Perugia, da Mer 6 Feb a Dom 10 Feb