Io sono Misia

Io sono
Misia

Produzione Compagnia stabile del Molise, DoppioSogno

di Vittorio Cielo
liberamente ispirato dalle memorie di Misia Sert, dalle confidenze, ricordi, messaggi, lettere di Proust, Stravinsky, Diaghilev, Nijinsky, Debussy, Tolouse Lautrec, Picasso, Ravel, Cocteau... su Misia
con Lucrezia Lante della Rovere
regia Francesco Zecca
scene Gianluca Amodio
costumi Alessandro Lai
luci Pasquale Mari
musiche Diego Buongiorno

una produzione Compagnia stabile del Molise, DoppioSogno

Con la sensibile regia di Francesco Zecca e un testo inedito del poeta Vittorio Cielo, Lucrezia Lante della Rovere rivela al pubblico l’incredibile storia e la fascinosa personalità di Misia Sert. Picasso, Proust, Chanel, Ravel, Debussy, Stravinsky, Toulouse Lautrec, Cocteau, Nijinsky, e i loro segreti, svelati… dalla regina di Parigi. “Sono una cercatrice di geni… Una cercatrice di meraviglie umane. Con i miei occhi color malva, ho visto ora dopo ora Pablo Ruiz trasformarsi nel mostro-toro Picasso. Debussy sui miei divani sognare il sesso del fauno. Cocteau fare la corte agli attori come in Marocco. Stravinsky incendiarsi nella Sagra di Primavera. Ravel ricamare musica a dispetto di Satie. Proust, scrivere ogni cosa, ogni parola di tutti. Fino a mettermi nella seconda riga, della prima pagina, della Recherche… Nelle università la chiamano “cultura”…io la chiamavo averli a cena da me, a casa…”


di Vittorio Cielo
liberamente ispirato dalle memorie di Misia Sert, dalle confidenze, ricordi, messaggi, lettere di Proust, Stravinsky, Diaghilev, Nijinsky, Debussy, Tolouse Lautrec, Picasso, Ravel, Cocteau… su Misia
con Lucrezia Lante della Rovere
regia Francesco Zecca
scene Gianluca Amodio

costumi Alessandro Lai
luci Pasquale Mari
musiche Diego Buongiorno una produzione Compagnia stabile del Molise, DoppioSogno





Stagioni precedenti

— Teatro dell'Accademia - Tuoro, Ven 11 Dic