Il malinteso

di Albert Camus

Il malinteso

di Albert Camus

Walter Pagliaro mette in scena Il malinteso (in francese: Le Malentendu) l’opera teatrale scritta da Albert Camus, nel 1943, nella Parigi occupata dai tedeschi. Il testo che rappresenta l’esordio teatrale dello scrittore narra di un uomo che vive oltreoceano da molti anni torna a casa e trova sua sorella e sua madre, vedova, che si guadagnano da vivere affittando camere a degli uomini che poi uccidono. Né la sorella né la madre lo riconoscono, così egli affitta una camera da loro senza rivelare la propria identità.

Locandina

traduzione di Enrico Groppali
regia di Walter Pagliaro
con Warner Bentivegna, Luigi Diberti, Micaela Esdra, Valentina Fortunato, Raffaella Offidani
scene e costumi di Paolo Tommasi
luci di Sergio Rossi
direttore dell’allestimento Pietro Pagnanelli
assistente alla scenografia Antonio Tocchi
assistente ai costumi Fulvia Roverselli
aiuto regista Enrico Protti

A.U.D.A.C. Teatro Stabile dell’Umbria

Stagioni precedenti

  • Gubbio, Teatro Comunale, ven 28 dic 1990

traduzione di Enrico Groppali
regia di Walter Pagliaro
con Warner Bentivegna, Luigi Diberti, Micaela Esdra, Valentina Fortunato, Raffaella Offidani
scene e costumi di Paolo Tommasi
luci di Sergio Rossi
direttore dell’allestimento Pietro Pagnanelli
assistente alla scenografia Antonio Tocchi
assistente ai costumi Fulvia Roverselli
aiuto regista Enrico Protti

A.U.D.A.C. Teatro Stabile dell’Umbria