Antigone

Antigone

Sofocle, Eschilo, Euripide

Farneto Teatro
con Elisabetta Vergani
percussioni dal vivo Danila Massimi
drammaturgia e regia Maurizio Schmidt
luci Paolo Latini
elettricista Giulia Rota

Lo spettacolo, tratto dai testi di Sofocle, Eschilo, Euripide, abbraccia l’intera vicenda di Antigone raccontando attraverso i suoi occhi l’ascesa e la caduta di una città mitica: la perduta Tebe, l’antica città egemone del mondo greco soverchiata da Sparta e da Atene. Il mito di Antigone è quello di un cosciente e appassionato oppositore. Antigone immola la sua giovinezza per adempiere all’atto più antico e ovvio, anche se divenuto reato per decreto del tiranno: il seppellimento pietoso del fratello morto, colpevole di aver preso le armi contro la sua stessa città. Quello di Antigone è il mito di una giovane donna che si affaccia sullo sfacelo dei tempi: la guerra tra i fratelli, il terribile destino del padre Edipo, le ambizioni dello zio Creonte, il tiranno a cui si oppone. Toccante e superba interpretazione di Elisabetta Vergani.


Farneto Teatro
con Elisabetta Vergani
percussioni dal vivo Danila Massimi

drammaturgia e regia Maurizio Schmidt
luci Paolo Latini
elettricista Giulia Rota





Stagioni precedenti

— Teatro Torti - Bevagna, Ven 24 Feb

— Teatro Don Bosco - Gualdo Tadino, Ven 18 Mar