Ama Il Prossimo Tuo E Frollo

07 Novembre 2012

Doppio appuntamento con Marco Baliani al Teatro Cucinelli di Solomeo, l’artista presenta sabato 10 novembre, alle 21 AMA IL PROSSIMO TUO e domenica 11 novembre, alle 17 FROLLO.

Ama il prossimo tuo è uno spettacolo-riflessione che declina il comandamento anche nella forma «ama il prossimo tuo perché è te stesso». È stato lo scrittore Hermann Hesse (Premio Nobel nel 1946), nella raccolta di scritti Il mio credo, a porre la questione, partendo dall’espressione brahminica: «Tat twam asi» («Questo sei tu!»), con la quale il brahmino si rivolge alle persone che incontra, per dire che «nessuno può essere di danno ad alcun altro individuo senza danneggiare se stesso». Il concetto di «prossimo» si declina anche nel concetto di «altro» che rimanda, come ricordava il critico George Steiner, al dettato secondo il quale «Je est un autre» («Io è un altro»). Marco Baliani, partendo dal proprio percorso personale e attingendo alla propria sapienza teatrale, mette in scena un lavoro che definisce come «un rosario di racconti». «Proverò – ci dice Baliani – a guardare dentro questa frase “Ama il prossimo tuo come te stesso”, estrapolando i tre termini: amore, prossimo, te stesso. Per costruire una sorta di caleidoscopio di altre storie, frammenti di altre narrazioni che parlano di questo problema e, tra una narrazione e l’altra, farò delle mie piccole digressioni di tipo riflessivo. La prima storia sarà la parabola del buon samaritano e poi ci saranno una storia orientale e una africana, proprio perché pensando al titolo della rassegna mi piaceva che ci fossero storie provenienti da parti diverse del mondo».

Frollo, scritto a due mani con Mario Bianchi, narra di un bambino di pastafrolla che diventerà umano attraverso un viaggio di iniziazione che lo porterà a superare prove di coraggio e di privazione. La storia si svolge dentro mille ambienti, una pasticceria, un bosco, una sala da concerto, un nido d’aquila, in riva al mare, tra re divoratori e vecchie sapienti in un caleidoscopio di avvenimenti che le parole di Baliani rendono visibili agli occhi. L’artista ha sempre spiegato quale sia la logica che stimola il suo essere narratore, sottolineando come il suo percorso teatrale sia stato segnato dallo stupore e dall’incantamento. Questa sua intatta capacità di provare e suscitare meraviglia, coltivata anche grazie alla formazione con il teatro-ragazzi e all’attività didattica, Marco cerca di trasferirla sia al pubblico, in qualità di attore, che ai giovani attori che guida nel proprio lavoro. Baliani si trasforma sul palcoscenico in un corpo narrante, che genera a sua volta racconti, scopre forme e sostanze, rende visibile l’invisibile, portando lo spettatore oltre i luoghi dell’altrove, quell’altrove ove sia possibile fare esperienza di altri mondi, di altre parole e di altri orizzonti. Per riuscirci servono occhi bambini, occhi capaci di sfuggire all’uniformità schiacciante in cui questo nostro mondo sembra precipitare con voluttuoso accanimento. Cercare quegli occhi, che si portano dietro altre orecchie e sensi e tatti e profumi e memorie, fa parte della ricerca dell’attore, ed è quello che dà senso al suo esistere come artista. In fondo si racconta sempre un po’ per non morire. Baliani, attraverso mimica, gestualità e il solo uso della voce, riesce a coinvolgere anche lo spettatore più distratto, dando vita ad una moltitudine di visioni e ad una narrazione che cresce man mano in intensità e vigore.

Frollo è adatto a un pubblico di tutte le età, pertanto per favorire anche i più giovani l’ingresso sotto 18 anni è eccezionalmente di 1 euro.

Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 19. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita.

E’ possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it. e presso il Piccadilly Box Office di Collestrada.

La prevendita dei biglietti viene effettuata anche, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13, presso l’Agenzia n°2 dell’Unicredit, in Via Mario Angeloni 80 e dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13,30 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 17 alle 20, al botteghino del teatro Morlacchi.